IL BIO PUò AVERE RESE UGUALI O PIU' ALTE CHE IL CONVENZIONALE

Uno studio commissionato da CCPB

14/04/2021

Risultati inaspettati che smentiscono il luogo comune sull’inferiorità delle rese dell’agricoltura biologica.

Il biologico riesce ad avere rese uguali o migliori rispetto all’agricoltura convenzionale?

In determinate condizioni sì, come dimostra uno studio commissionato dall’ente di certificazione CCPB e realizzato dal centro studi Areté srl (una società indipendente di ricerca, analisi e consulenza economica specializzata nei settori dell’agricoltura, del food e dei mercati connessi), che ha analizzato e confrontato le rese medie di numerose culture in una serie di 11 paesi extra-europei.
Il confronto tra bio e convenzionale fa emergere risultati inaspettati che smentiscono il luogo comune sull’inferiorità delle rese dell’agricoltura biologica. “Un’agricoltura biologica intensiva può essere più efficiente di un’agricoltura convenzionale estensiva e le rese migliorano – ha commentato Fabrizio Piva, amministratore delegato CCPB – Ciò può essere uno spunto per dimostrare come il biologico possa contribuire a sfamare il mondo in modo consapevole e responsabile”.

Fonte: Greenplanet, SINAB

Leggi gli articoli 1 , 2

Scarica i documenti dello studio: 1 (ingl.), 2 (ital.), 3 (ingl.)

powered by (ORBITA)